10 libri speciali da regalare a Natale 2-6 anni

A NATALE REGALA UN LIBRO

Ho pensato molto a cosa programmare in previsione delle prossime festività, e dopo lunghe riflessioni, ho deciso di proporvi 10 libri speciali (che ho nel cuore) da regalare proprio a Natale e altri a tema Natalizio in un prossimo articolo.

Spero che la mia idea vi piaccia e vi sia utile!

In foto nello specifico “L’inverno”  di Agnese Baruzzi  White Star Kids  www.whitestar.it

Della collana “I mini libri”, 20 parole per imparare tutto quello che c’è da sapere sull’inverno. Un libro cartonato, rigido, con una parola figurata su ogni pagina. Adatto per bambini dai 18 mesi in su.

Se penso all’inverno…le prime cose che mi vengono in mente sono….la cioccolata, il fuoco della stufa, il profumo dei biscotti fatti in casa, i maglioni con il collo alto e…le luci di Natale…e voi?

I primi libri che voglio presentarvi riguardano un argomento che mi sta molto a cuore: la felicità. Penso sia davvero ciò che più desideriamo per i nostri figli e per noi come famiglia. Ho conosciuto gli scrittori Alison McGhee e Peter H.Reynolds grazie al libro “Un giorno” ape junior editore, pura poesia in grado di commuovere, adatto come regalo per una futura mamma o neo mamma (specialmente se di una figlia femmina…). Spesso l’ho regalato, è una vera chicca.

Successivamente ho trovato “Felicità…” di ape junior www.apelibri.it un piccolo albo illustrato che sorprende e fa sorridere con le immagini e le parole. La felicità è davvero racchiusa nelle cose semplici. Per un bambino è tutta lì, in quello che sta facendo, in quello che i suoi occhi registrano, nel gioco, in un momento da ricordare e da condividere e… “nel suo magico scatolone”.

“Felicità è…una pozzanghera blu come il mare, la sabbia fine con cui giocare, un lungo viaggio da immaginare,…”

“Felicità è chiudere gli occhi e sognare il nuovo giorno che andrà a cominciare.”

Io e Nicola ce ne siamo innamorati, lo leggiamo da quando lui ha 2 anni e ogni tanto facciamo il gioco alla sera “Felicità per me è…..” proprio prendendo spunto da questo libro. Per noi è speciale perché da quando abbiamo letto questo libro…abbiamo deciso di prendere un cagnolino con noi. E oggi c’è Holly nella nostra famiglia.

Da pochi giorni, grazie alla nostra amata e ben fornita biblioteca, abbiamo scoperto “Le scatole di felicità” di Carl Norac & Claude K. Dubois, Babalibri editore www.babalibri.it

Lola sceglie come regalo promesso dalla mamma due scatole da montare tutta da sola. E molto fiera decide di chiamarle “Le sue scatole della felicità”, quella grande per le grandi felicità e quella piccola per le piccole felicità.

La sua è un’idea quanto semplice, quanto grandiosa. Lola comincerà così a riempire le sue scatole con ciò che la rende felice, stupendo ed emozionando più volte chi legge per quanto può essere semplice e quotidiano ciò che rende felice un bambino. Lola incontra un compagno affettuso, ma anche un gruppetto che la prende in giro ed il suo fratellino che la vuole aiutare nel riempire le scatole. Lola presto si accorgerà che non si può essere sempre felici, ma che ci sono tante piccole cose che ci possono aiutare a ritrovare il sorriso…come il bacio di mamma e papà. Libro dall’alto contenuto emotivo, adatto dai 30 mesi in su. Babalibri è una certezza, non c’è che dire. Per noi questo libro è una nuova e piacevole scoperta.

Un libro davvero da avere: “Ti voglio bene, anche se…” di Debi Gliori Mondadori editore.

Piccolo è un cucciolo di volpe che si fa tante domande: la mamma lo amerebbe anche se fosse un orso feroce? O un coccodrillo spaventoso? E, soprattutto: l’amore dei grandi dura per sempre? Cosa succede quando non ci siamo più? Un libro pieno di poesia, che affronta temi come la paura della solitudine e dell’abbandono in modo semplice e delicato, per aiutare i bambini a crescere sicuri che l’affetto di un genitore resiste per sempre.

“Quanto bene mi vuoi?” 

Ogni bambino ha bisogno di essere amato e di sapere che l’amore dei suoi genitori è così grande da far dimenticare tutti, ma proprio tutti i capricci.

Questo libro è dedicato a questo amore e a qualcosa di più.

Ed eccoci qui, uno tra i più famosi della storica casa editrice Babalibri
“Che rabbia!” di Mireille d’Allancè.

“Roberto ha passato una bruttissima giornata”.
Appena arrivato a casa risponde male al papà e non vuole mangiare gli spinaci per cena. Ma quando quando sale in camera sua sente una cosa terribile che sale, che sale…fino a quando…..la Rabbia si materializza e….

Un libro adatto dai 2 anni per cominciare a dare un nome alle emozioni che proviamo, a riconoscerle e a darne un significato.

E’ rimasto in testa come il preferito di Nicola per i suoi 2 anni, ci siamo molto affezionati… è stato anche il primo libro che ha praticamente imparato a memoria e che ha voluto leggermi da solo seguendo le immagini.
Sono certa che vi piacerà!

LA GRANDE FABBRICA DELLE PAROLE di Agnès de Lestrade, Terre di mezzo edizioni  www.libri.terre.it

“C’è un paese dove le persone non parlano quasi mai. È il paese della grande fabbrica delle parole”.Cosa accadrebbe se ogni parola che vorremmo dire o pronunciare costasse troppo?
È quello che succede nel paese della “Grande Fabbrica delle parole”, fabbrica che ne sforna in tutte le lingue e a tutte le ore del giorno e della notte. Per pronunciarle però bisogna mangiarle, inghiottirle, ma prima di tutto comprarle.
Quindi in questo paese le persone parlano pochissimo, perché le parole purtroppo non sono alla portata di tutti: alcune parole sono più costose di altre e solo le persone ricche se le possono permettere e ai poveri non resta che frugare nei cassonetti cercando quelle parole che altri hanno gettato, mentre i bambini escono armati di retino per catturare le parole che volano nell’aria.
Tutto questo è una bella ingiustizia per bambini come Philèas, innamorato della piccola Cybelle, alla quale vorrebbe dichiararsi pronunciando un sentito “ti amo” che però non può permettersi; sarà quindi costretto a serbare dentro di sé queste parole speciali, portatrici di un sentimento dolcissimo e puro, e accontentarsi di tre parole a caso, le migliori alla sua portata: ciliegia, polvere, seggiola.

Più una preziosissima che riserva segretamente in attesa del momento speciale in cui usarla.
Oscar invece è un bambino ricchissimo che può permettersi di dire a Cybelle che un giorno la sposerà urlando parole a raffica, ma poco ascoltate.
Chi conquisterà il cuore della dolce bambina dai capelli bruni e il vestito rosso?
E cosa conta davvero nella vita?

Un libro intenso ed emozionante, delicato e sognante, dai testi semplici e brevi che bastano però a creare un’atmosfera poetica, veicolata anche dalle illustrazioni dai colori dal marrone al beige, per poi brillare nel rosso caldo e intenso.

Ci troviamo di fronte ad una lettura stimolante, educativa, sensoriale, con una trama davvero attuale, in un mondo che fa sempre più fatica a dare valore e spazio alle parole e all’ascolto.
Un regalo prezioso sotto l’albero per i bambini (età consigliata dai 4 anni), ma adatto anche agli adulti. Semplicemente ideale come dono per chi si occupa di educazione, insegnamento, relazione e cura. Ovviamente perfetto per una collega, amica o mamma logopedista!

La grande fabbrica delle parole è anche un laboratorio di scrittura creativa gratuito per bambini in età scolare. Per saperne di più: www.grandefabbricadelleparole.it

Per me è speciale per due motivi, il primo: anche per me le parole sono portatrici di importanti significati e non a caso ho chiamato il Blog “Parole di mamma”; il secondo é legata all’ultima parola preziosa contenuta nel finale del libro: è stata una delle prime parole più usate da Nicola tra i 12 e i 18 mesi “ANCORA”.
Spero di avervi incuriosito. Secondo me è da avere nella lista dei libri speciali.

Ecco un libro a cui teniamo molto: “Orso buco” di Nicola Grossi, minibombo edizioni www.minibombo.it

Si può raccontare una storia soltanto con forme e colori?Certo che si!

Abbiamo scoperto questo incredibile ed originale albo illustrato grazie al nido di Nicola, è stato bellissimo vedere la sua faccia  a casa mentre alla sera si è ritrovato tra le mani il libro che già conosceva così bene. L’abbiamo letto e riletto non so davvero quante volte!

La peculiarità del libro è che sia i personaggi che gli ambienti sono interamente disegnati con figure geometriche e segni, su sfondo bianco.

Orso e gli altri protagonisti hanno una forma circolare che cambia solo per dimensione e colore, ma il bambino ha modo di associare semanticamente proprio in base a queste qualità di quale animale si sta parlando. Gli ambienti sono caratterizzati da linee rette, curve, spezzate, accompagnate dai colori corrispondenti (es. il fiume una lunga linea retta azzurra, il deserto una linea gialla,…) sempre per favorire il gioco di associazione.

La storia è adatta ai più piccoli (dai 18-24 mesi) in quanto è molto semplice, ripetitiva, piena di suoni onomatopeici e la possibilità di essere letta con molta enfasi e teatralità. Per i primi lettori (6-7 anni) è molto adatto, le parole scritte riferite ai personaggi e agli ambienti sono evidenziati con gli stessi colori riportati nelle figure per favorirne l’associazione.

Noi abbiamo creato i personaggi come vedete in foto e ci siamo divertiti a ricreare la storia facendo suoni e rumori, divertendoci uno spasso. Perfetto da proporre al nido!

Orso si è perso e non trova più la sua tana. Si mette in cammino e all’improvviso…BADABUM!Casca in un buco. Ma è la tana di volpe!Orso e volpe iniziano a camminare alla ricerca della tana di Orso, attraversano il bosco e all’improvviso….” Orso incontrerà diversi amici, ma riuscirà a trovare alla fine la sua tana?…Finale con sorpresa!

“Segui le linee, scova le tane, ma attento a non cadere nei buchi!”

Giochiamo con orso, buco! Trovate spunti e idee nel sito www.minibombo.it

“Di che colore è un bacio?” di Rocio Bonilla, Valentina Edizioni www.valentinaedizioni.it

“Minimoni ama colorare!Dipinge coccinelle rosse, cieli blu e banane gialle…ma non ha mai dipinto un bacio!Di che colore è un bacio?Rosso come gli spaghetti al pomodoro, verde come i coccodrilli, giallo come i girasoli o bianco come la neve?Com’è difficile dare a un sentimento un solo colore…forse perché ce ne vogliono tanti!”

Monica è una bambina vivace e allegra, che adora andare in bicicletta, ascoltare le storie della sua mamma e prendersi cura delle piantine sul bancone a cui racconta cose belle per farle crescere più in fretta. Ma in assoluto ama colorare!E un giorno si rende conto di non sapere di che colore è un bacio…comincia così ad immaginare di quale colore possa essere, associando ad ogni colore tanti oggetti, cibi, emozioni di quello stesso colore. Alla fine è davvero confusa e chiederà direttamente alla mamma di che colore sia un bacio….chissà cosa le risponderà!

Allegro e frizzante, questo libro è adatto per introdurre i colori nei bambini a partire dai 2 anni, aiuta a creare associazioni logiche, a riconoscere, nominare e denominare i colori. Ovviamente non tutte queste cose insieme, ma un po’ alla volta fornisce materiale davvero utile da usare.

La storia è molto semplice, ma sono certa che la piccola inquieta Minimoni, come ama farsi chiamare, vi resterà nel cuore.

“I colori delle emozioni” di Anna Llenas, Gribaudo editore  www.feltrinellieditore.it/gribaudo/

Indubbiamente il mio preferito. E’ stato il primo libro non cartonato che ho proposto a Nicola a 2 anni e con mia sorpresa gli è piaciuto tantissimo!

“Che cosa ha combinato il mostro dei colori?Ha mescolato tutte le emozioni e ora bisogna disfare il groviglio. Riuscirà a mettere a posto l’allegria, la tristezza, la rabbia, la paura e la calma, ognuna con il proprio colore?”

Per fortuna accorre in suo aiuto una bambina peperina che lo aiuta e gli propone di usare i barattoli per ordinare le emozioni, ognuna con il suo colore. Nel finale comparirà un’emozione nuova, cosa sarà?

Nicola non ha avuto dubbi…e quando ha visto il mostriciattolo rosa mi ha detto: “MAMMA”. Ho un ricordo indelebile legato a questo libro.

Bellissimo da regalare, prezioso da avere.

“La tua vita sarà meravigliosa” di Emily Winfield Martin, ape junior edizioni 

Una lettera al proprio bambino piena di amore, affetto e libertà. Le parole sono legate da una delicata poesia nella quale troviamo descritte le sfide della vita da affrontare, le possibilità che potrà cogliere, cosa potrà imparare a fare, a donare, a sognare e ad essere.

Quando ti guardo e tu mi guardi penso a quello che sarai, alle cose che farai. Ti ho accarezzato, poi ti ho cullato e ho subito capito che ti avrei amato. In punta di piedi sono entrato nel tuo mondo, fatto di dolcezza e tenerezza. Per la prima volta affronti la vita e io cerco di immaginare le cose belle che potrai fare.”

“…Poi ti guarderò e tu mi guarderai e ti amerò per quello che sarai”.

Dolcissimo. E’ uno di quei libri che abbracci e tieni in alto per paura di sciuparlo. C’è la possibilità di scrivere il nome del bambino a cui è dedicato.

Noi l’abbiamo scoperto e comprato per il 1° anno del nostro bambino e quando lo guardo…mi fermo, accarezzo la copertina e ricordo la poesia che contiene.

Un regalo perfetto per una neomamma e un neopapà. 

Parole di mamma – Esperienze di una mamma logopedista

“Vivere intensamente, condividere esperienze, crescere con bambini felici e liberi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *