Video: Educare i bambini all’uso delle parole gentili

Sempre da Hamleys a Londra, nel reparto libri (da dove non uscivo più!)…ho trovato questo utile libretto cartonato per far conoscere le parole gentili ai bambini, è adatto dai 2 anni in su: “I can say Please”. Mi piace perchè non le nomina soltanto, ma ne spiega l’utilizzo: quando usarle e a quale scopo.

Vedi il video cliccando qui https://www.youtube.com/watch?v=yoeWjSsS4kU

Molto spesso diciamo ai nostri bambini…“Come si dice?” per farli ringraziare, salutare, chiedere scusa e altro ancora…..

Forse sarebbe più efficace fare un passo indietro ed educarli a conoscere queste parole più da vicino, dando per primi il buon esempio e quindi sforzandoci di usarle il più possibile nei contesti corretti e magari chiedere loro di ragionare sull’uso di queste parole.

Come ad esempio dire loro “Ti ricordi qual è la parola gentile per ringraziare qualcuno?”, oppure “Quando una persona ti porge qualcosa cosa possiamo dire?” e ancora “Quando vuoi chiedere qualcosa in modo cortese possiamo usare ‘Posso’ e ‘Perfavore'”.

Spero di aver solleticato la vostra curiosità e di avervi dato uno spunto di riflessione sulle richieste verbali che spesso facciamo ai bambini in modo automatico.

Un bellissimo libro che ho acquistato da poco si chiama “Le sei storie delle paroline magiche” di Sara Agostini con le illustrazioni di Marta Tonin, Gribaudo edizioni www.feltrinellieditore.it/gribaudo/

Un libretto con 6 storie in rima e tante illustrazioni colorate per scoprire il valore di parole importanti come”Grazie”, “Scusa”, “Ciao”, “Ti voglio bene”,Pazienza”, “Per piacere”. “Parole che diventano formule magiche in grado di far nascere un abbraccio, un sorriso, il perdono, l’amicizia”.

Parole che aiutano ed accompagnano l’educazione emotiva.

E’ adatto a mio avviso per bambini dai 3 anni in su ed è piuttosto lungo, circa 7-8 pagine per ogni parola magica. Una strategia utile può essere quella di leggere qualche paginetta per volta o anche saltare e andare a cercare la parola magica che si vuole richiamare e/o rinforzare. Siate flessibili anche in questo e seguite l’interesse e l’attenzione del bambino.

I bambini possono riconoscere  le proprie emozioni  e capire ciò che le loro azioni provocano nell’altro e nell’ambiente che li circonda.

I libri ci aiutano, regolano e  rinforzano le nostre parole ed azioni.

L’esempio e il modellamento restano sempre al primo posto per educare i bambini alla gentilezza verso l’altro e verso l’ambiente in cui vivono.

E’ un compito che richiede costanza, tempo e pazienza.

Ma la gentilezza cambia il modo di vivere di tutti noi e può davvero rivoluzionare il mondo.

 

“Quando puoi scegliere tra essere giusto o essere gentile, scegli la gentilezza”

 

 

Parole di mamma – Esperienza di una mamma logopedista

www.robertaperosa.com

“Vivere intensamente, condividere esperienze, crescere con bambini felici e liberi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *