10 attività pratiche montessoriane da provare con i vostri bambini – parte 1

Oggi vi presento delle attività specifiche da fare con i vostri bambini dai 12- 18 mesi di età. Queste attività le ho raccolte durante il corso “Montessori in pratica” svoltosi a Lancenigo (Tv) organizzato dall’associazione ASD E’ PER TE con la collaborazione dell’Associazione Montessori Padova (per riferimenti vedi alla fine dell’articolo).

Rivediamo un attimo insieme alcuni concetti prima di passare alle attività:

Il metodo Montessori permette al bambino di imparare nel modo in cui sa farlo meglio e più facilmente, cioè facendo le cose da sé.

Entro certi limiti, quindi il bambino può scegliere il lavoro che risponde ai suoi interessi interiori. Può esercitare il suo senso di libertà e spontaneità; prova gioia ed entusiasmo nell’imparare poiché sta facendo quel che vuole fare, anziché quel che qualcuno gli dice di fare.

Gradualmente il bambino sviluppa così un forte senso di indipendenza e di fiducia in sé stesso, via via che le sue capacità aumentano.

Il metodo educativo si basa sul desiderio spontaneo che il bambino ha di imparare ed infonde in lui la voglia di continuare ad apprendere lungo tutta la vita.

Egli sperimenta e conquista, nel conteso della famiglia, della scuola e della società, la propria indipendenza per mezzo di una continua attività con un costante lavoro di concentrazione e di sviluppo.

“Aiutami a fare da solo” è l’elemento essenziale della metodologia Montessoriana.

Le attività di vita pratica sono fondamentali per Maria Montessori ed hanno lo scopo di sviluppare la motricità fine del bambino, la sua attenzione al lavoro svolto, la precisione dei movimenti della mano, il suo senso di responsabilità e di adattamento all’ambiente e al materiale.

Le attività e i materiali vengono accuratamente preparati e mostrati dall’educatrice con l’obiettivo di creare occasioni di esperienza e di crescita individuale di ciascun bambino.

I supporti montessoriani fondamentali sono:

  • L’AMBIENTE
  • L’INSEGNANTE/ADULTO CON IL COMPITO DI PREPARARLO
  • IL MATERIALE DI SVILUPPO

PERCHE’ E’ COSI’ IMPORTANTE IL MATERIALE?

Il bambino nell’ambiente montessoriano insegna a sé stesso utilizzando materiali appositamente ideati. Si tratta di materiali semplici, piacevoli e a misura di bambino, che gli consentono di correggere da solo i propri errori. Vale a dire che se un bambino commette un errore, se ne accorge guardando il materiale stesso.

In questo modo non serve nessun adulto, che nel sottolineare il suo errore, rischia di ferire la sua autostima.

Quando l’adulto presenta il materiale fa una vera e propria presentazione con il bambino alla sua destra, che osserva cosa e come fanno le sue mani. I movimenti dell’adulto sono lenti ed utilizza poche e semplici parole.

Quando poi è il turno del bambino di lavorare con il materiale, se non fa il movimento corretto non lo si corregge in alcun modo, lo si lascia fare e dopo gli si fa rivedere il movimento corretto.

L’obiettivo dell’uso corretto del materiale è:

  • organizzare il senso dell’ordine nel bambino
  • sviluppare la motricità fine delle mani

Infatti tutto il materiale è organizzato e trasportabile in comodi contenitori (es. vassoi di plastica per le attività con l’acqua, vassoi di legno per tutte le altre attività).

E’ lo stesso bambino a prendere e trasportare l’attività scelta ed andrà a lavorare per terra o sul tavolino a sua altezza, tutto in completa autonomia.

Esempio pratico in sequenza:

  1. il bambino sceglie il vassoio
  2. lo prende e trasporta da solo
  3. utilizza il materiale
  4. riordina (sistema, svuota, pulisce, raccoglie, asciuga, butta,…)
  5. riporta il vassoio nel posto in cui lo ha preso

Infatti, per Maria Montessori:

“Ogni cosa al suo posto, ogni cosa ha il suo posto”

 

ATTIVITA’:

Finalmente, eccole, sono certa che vi saranno molto utili, come lo sono state per me…il giorno dopo il corso ho preparato alcuni materiali per Nicola, mio figlio di 28 mesi… bè vi dico solo che era tutto concentrato a fare, esatto a fare…l’attività preferita?Non ci crederete…spruzzare con lo spruzzino e pulire!

Attività pratiche:

1.  I TELAI IN LEGNO PER ALLACCIARE

Esempio: la chiusura “da zainetto”

Esempio: la cerniera chiusa in fondo e poi quando sono più grandicelli quella aperta

Esempio: aprire e chiudere il velcro

 Esempio: aprire e chiudere i bottoni (prima quelli grandi, poi quelli più piccoli)

Questi sono alcuni telai, ma ce ne sono molti altri per imparare ad allacciare.

Questi vanno benissimo per iniziare, ma ci sono anche quelli con la fibbia della cintura, con le spille da balia, con gli alamari, con i bottoni automatici, con il gancetto maschio/femmina (es. quello dei reggiseni) e il telaio con i lacci per fare le asole.

Per i telai di legno li potete trovare nel sito: www.gonzagarredi.com

Oppure potete costruirlo da voi: vedi come nel blog di mammafelice www.mammafelice.it

 

2. PER INFILARE

Per esempio: infilare in un buco del barattolo delle catene di diverse lunghezze, oppure infilare le perline nella collana

Un altro esempio di un’attività più complessa: infilo gli anelli di legno nel bastone più grande e più piccolo

  

 

3. USARE LA PINZA

 Per esempio: infilare dei ghiacci, pietre, sassi,.. prendendoli con la pinza ed incastrandoli nel contenitore rigido del ghiaccio

 

4. INFILARE E CATEGORIZZARE PER COLORE

Per esempio: infilare in una scatola i gettoni in base al colore. Si possono proporre i colori dai 24 mesi in poi, partendo da quelli primari rosso, giallo e blu, presentandoli uno alla volta prima di discriminarli.

 

5. INFILARE E AVVITARE

 

 

6. APRIRE E CHIUDERE

Per esempio: i tappi dei barattoli (anche qui dai tappi più grandi a quelli più piccoli man mano che il bambino cresce)

 

7. USARE LE MOLLETTE- APRO E CHIUDO APPLICANDO UNA FORZA E LASCIANDO

 

8. GRATTUGIARE

  

 

9. SETACCIARE

 Esempio: prima con il setaccio più grande e poi con quello più piccolo; il pennello serve per ripulire il vassoio dalle briciole in modo da riordinare.

 

 

 

10. PESTARE CON IL MORTAIO

 

 

Spero di avervi dato alcuni suggerimenti pratici da provare subito a casa con i vostri bambini.

 

E come sempre, divertitevi!

E’ il modo migliore per apprendere e crescere.

 

Per info sui corsi nazionali, riconosciuti dal MIUR, per diventare educatori del metodo Montessori: www.operanazionalemontessori.it sito dell’Opera Nazionale Montessori

Per info: ASSOCIAZIONE “ASD E’ PER TE” Incontri Corsi Eventi per mamme e bimbi Lancenigo (Treviso): https://m.facebook.com/ASD.e.per.te

https://extetrviso.weebly.com mumbabytv@icloud.com

Associazione Montessori Padova www.associazionemontessoripadova.com

 

Per idee e materiali Montessori:

Cerca nella lista dei libri su Amazon: libri/giochi Montessori www.amazon.it

E le attività di Marie-Hélène Place sul metodo Montessori

Per arredamenti e mobili Montessori: Gonzaga Arredi Montessori Srl www.gonzagarredi.com

 

I contenuti sono tratti dal corso “Montessori in pratica”,evento formativo tenutosi a Lancenigo (Tv).  Docenti Giorgianna Pavan e Chiara Soffiato di A.M.P. Associazione Montessori Padova.

FOTO by Roberta Perosa scattate durante il corso, materiale preparato dalle relatrici dell’Associazione Montessori Padova.

 

 

robertaperosa.com

Parole di mamma                                                                                                             Esperienze di una mamma logopedista

 

“Vivere intensamente,

condividere esperienze,

crescere con bimbi felici e liberi”

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.