Un nuovo cucciolo a casa…e nel cuore

Eccoci qui…a parlare di una bella novità che ci ha travolti in pieno e ci ha riempiti di emozioni.

Due settimane fa abbiamo portato a casa il nostro nuovo cucciolo, Holly.

Un adorabile e simpatico barboncino di 3 mesi color albicocca.

Ci ha letteralmente conquistati dalla prima volta che l’abbiamo visto.

Ma andiamo con ordine.

Dopo un tempo indefinito di dubbi e dopo mille volte che ne abbiamo parlato, io e Alberto ci siamo finalmente decisi di prendere un cane come nuovo compagno di avventure per noi e per Nicola.

Ci siamo soffermati molto sulle qualità e sulle caratteristiche per essere il più sicuri di fare una scelta adatta alle nostre esigenze e soprattutto che fosse gestibile con il fatto che entrambi lavoriamo e che Nicola è un bambino di 3 anni. Quindi, accantonata l’idea di un cane di grande taglia (pensate che io ho avuto un meraviglioso terranova per 12 anni, Sansone è ancora nel mio cuore), eccoci alla ricerca di un cane di piccola taglia docile e adatto ad una vita in famiglia.

La scelta è ricaduta sul barboncino, cane di piccola taglia molto intelligente, docile, che ama la compagnia e adora stare con i bambini. Si adatta facilmente nelle situazioni nuove e…lo puoi portare con te ovunque facilmente.

E’ cominciata così la ricerca di diversi allevamenti di barboncino e la scelta è ricaduta sull’allevamento Veneta Zoo di Mogliano Veneto (Tv) www.venetazoo.com 

Siamo partiti tutti e tre per andare a vedere se trovavamo il nostro cagnolino. E così è stato. Amore a prima vista. Nicola dormiva in macchina e ci hanno consigliato che forse sarebbe stato meglio che lui non lo vedesse per poi non riuscire a staccarsene.

Mai sottovalutare i bambini.

Entriamo in una stanzetta apposta ed eccoli lì, 3 batuffoli albicocca, uno pietrificato e tremolante dalla paura e altri due cicciottelli curiosi.

Non potevamo toccarli, né prenderli in braccio, ma solo guardare e scegliere. Dopo un po’ si sveglia Nicola ed entra in calzini ancora un po’ addormentato. Entusiasto cerca di prenderne uno, ma subito viene fermato e anche noi dolcemente gli spieghiamo che non si può. Di mala voglia e ogni tanto tentando… alla fine è riuscito nell’impresa (è stato faticoso pure per noi!).

Alla fine uno dei tre cuccioli è venuto da noi, ci ha annusato e poi si è fermato ai piedi di Nicola, l’ha guardato e si è messo a giocare tra le sue gambe.

“E’ Holly!” dice ad alta voce e noi gli rispondiamo sorridendo “si, pensiamo proprio di sì”, ma ora è ancora troppo piccolo e ha bisogno della sua mamma per crescere sano e forte.

Ci pensa. Lo guarda. E gli dice “La prossima volta vengo a prenderti, ok?”. Lo saluta e usciti abbiamo cominciato a fare la lista a voce alta delle cose da prendere per preparare la casa al suo prossimo arrivo: il guinzaglio (la cosa più importante per Nicola), la cuccetta, le ciotole, i giochi, la spazzola, il cibo, i teli….Felicissimo.

Per non far diventare ancora più difficile l’attesa a Nicola (quasi un mese), abbiamo cercato di non parlarne spesso, ma man mano che si avvicinava la data prevista, abbiamo letto alcuni simpatici libretti che ci hanno aiutato a prepararci per come accogliere il nostro nuovo amico.

Il primo è “Anna vuole un cucciolo” di  Kathleen Amant, Clavis Prima Infanzia Edizioni www.edizioniclavis.it  mentre il secondo è “Il libro cane” di  Lorenzo Clerici, Minibombo edizioni www.minibombo.it

Nel sito trovate spunti e idee per giocare con “Il libro cane”. Inoltre della stessa collana trovate:

  • Il libro gatto
  • Il libro criceto

Il primo parla della simpatica Anna che desidera un cucciolo con cui giocare e di cui prendersi cura. Ma ci sono tanti animali tra cui scegliere: un cane, un gatto, un uccello, un coniglio o un pesce rosso?Alla fine cosa sceglierà Anna?Per non rovinarvi la sorpresa vi dico solo che nel libro si parla della difficoltà della scelta, dell’importanza di portarlo dal veterinario, di come sia altrettanto fondamentale prendersene cura e di come bisogna comportarsi con loro per averne rispetto e amore. Meraviglioso.

Il secondo, invece, è “Il libro cane”, un albo illustrato che vi stupirà. I bambini potranno interagire con il cucciolo rappresentato: chiamarlo per nome, grattargli la schiena, toccarlo, accarezzarlo, dargli un commando, pulirlo e giocare con lui. Uno spasso davvero. E’ il nostro preferito, qui sotto siamo noi mentre lo stiamo leggendo. Consigliato se avete intenzione di prendere un cane.

Così il tempo è passato, tra l’attesa, le domande curiose di Nicola e i nostri pensieri di come sarebbe stato…

Ai primi di giugno abbiamo cominciato a preoccuparci di che cosa sarebbe effettivamente servito in casa da subito e abbiamo fatto la lista insieme e coinvolto anche il piccolo nell’acquisto dello stretto necessario.

Si è divertito un mondo nel negozio e ne ha combinate di tutti i colori!

…Per me, invece, è stato un po’ più faticoso, siamo stati una vita dentro e non andavamo più via. Effettivamente era la prima volta che andavamo in un negozio per animali così grande e c’erano tantissimi prodotti per lui completamente nuovi ed interessanti (vedi reparto giochini per cani e gatti….ma quanti ce ne sono??).

Il nostro carrello era pieno e appena mettevamo giù una cosa, ecco che ne spuntava un’altra…a pensarci ora era esilarante penso vederci da fuori!

Ma eccoci al grande giorno. Complice la lunga attesa, l’averne parlato ed immaginato e la preparazione a casa…bè eravamo tutti emozionati.

Siamo arrivati e sono entrata per le questioni burocratiche, ad un certo punto arriva, me lo danno in braccio e resto ammutolita.

Esco con borsa, carte, libretto e cane in braccio con una faccia inebetita.

Mi fermo nel parcheggio. Nicola è sveglio dopo il riposino in macchina.

Mi vede ed esclama: “Holly!”

E io scoppio a piangere. Lì ferma. Con le mani occupate e il cuore in tumulto.

Mi abbasso, Nicola mi raggiunge e lo accarezza per la prima volta. Mi commuovo e capisco che non è solo un nuovo cucciolo.

E’ il nostro cucciolo e fa parte della nostra famiglia da oggi e per sempre.

Ovviamente il tutto è durato per poco tempo, perché mi sento subito dire “Andiamo a casa mamma, mettilo in macchina”. “Vieni Holly, vieni cagnolino mio”.

Penso che si ricordasse della prima volta che abbiamo dovuto lasciato lì e aveva fretta perché non voleva che succedesse di nuovo.

I bambini sono incredibili, vero?

In macchina, giro le chiavi e accendo il motore. Guardo nello specchietto dietro e sento “Fai il bravo Holly, siamo quasi arrivati” (giusto un’oretta di strada per tornare a casa…), il tutto condito da abbracci e coccole a non finire con una temperatura di quasi 35 gradi senza condizionatore.

Il viaggio della calura mi viene da ricordare, ma sono stati eccezionali ed entrambi vicini e premurosi.

E’nata un’amicizia che non so davvero come descriverla.

Li guardo, mi sciolgo e mi chiedo…ma chi è il migliore amico per l’altro?

Guardate qui sotto per capire di che cosa sto parlando….

Fanno tantissime cose insieme, si cercano, si rotolano, si rincorrono e si fanno le coccole. Holly sta aiutando Nicola a diventare più responsabile verso l’altro, se ne occupa dandogli da mangiare alla mattina, gli lava la ciotola dell’acqua, la riempie fino all’orlo e gli dà i comandi. Fa troppo ridere. Poi ovviamente ci sono anche i momenti in cui diventa incontenibile e magari lo stringe troppo, gli tira i cuscini o lo pesta per sbaglio. Ma tutto questo fa parte del gioco e lo aiuta ad averne rispetto e cura, a dosare la sua forza fisica e ad autoregolarsi. Per non parlare della ricchezza emotiva che sta portando e delle nuove abitudini in casa!Ora il primo buongiorno è tutto per lui!

 

E voi avete degli animali a casa?Com’è stata la vostra esperienza?E i vostri bambini come hanno reagito?

Fatemi sapere, sono curiosa!

 

Parole di mamma – Esperienze di una mamma logopedista

www.robertaperosa.com

“Vivere intensamente, condividere esperienze, crescere con bambini felici e liberi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.